Striato (Pag. 1): dotato di fini e stretti solchi regolari non profondi

Dal latino striàtus = scanalato, striato; a sua volta derivato dal verbo latino striàre = incidere leggermente.

 

 

Striato (dell'orlo  pileico): dotato di strie, fini e stretti solchi regolari non troppo profondi e a distanza costante l'uno dall'altro, più o meno lunghi e disposti radialmente. Nel caso delle specie con imenoforo lamellato, solitamente la striatura dell'orlo pileico corrisponde alla dislocazione delle lamelle sottostanti il cappello. In particolare ciò è tanto più evidente quanto più il cappello è striato per trasparenza.


 

Oltre ad essere termine utilizzato per descrivere le suddette caratteristiche a proposito dell’orlo del cappello, viene anche impiegato per descrivere eventuali striature sulle facce dell'anello oppure per designare delle striature longitudinali più o meno lunghe sul gambo.


 


Impiegato anche per designare le striature dell' area-peristoma in alcuni Geastrum o per descrivere l'interno delle coppette in alcuni Cyathus.

 

Nel caso dell’orlo pileico se le striature radiali sono più profonde e lunghe si parla anche di orlo pettinato mentre se, oltre ad essere più profonde, formano anche delle vere scanalature o pieghe in rilievo si parla di orlo scanalato.

 

Vedere anche alla voce striato per trasparenza.

 

 

 

**********************

 

 

Anche le spore possono essere striate longitudinalmente; in tal caso si parla anche di spore costolate.

 

 

 

**********************

 

 

 

Per ulteriori immagini vedere anche alla seguente Pag. 2.


 

 

***************************

 

 

 

Nette striature all'orlo pileico di  Amanita submembranacea  (Bon) Gröger;

evidente la corrispondeza tra le striature e le lamelle sottostanti; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 


 

  

Orlo striato in  Leucocoprinus cepistipes  (Sowerby) Pat.; foto di Mauro Cittadini

 

 

 

 


 

Anello striato-plissettato nella faccia superiore in  Pholiotina aporos  (Kits van Wav.) Clémençon; foto di Massimo Mantovani

 

 

 

 


 

Orlo striato in   Amanita cæsarea  (Scop. : Fr.) Pers.; le striature sono la traccia delle lamelle sottostanti; foto di Alessandro Francolini

 

  

 

 


Gambo striato in un esemplare vetusto di  Hygrocybe conica var. conica  (Scaeffer : Fries) Kummer; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 


 

Orlo striato-pettinato in  Amanita vaginata  (Bull. : Fr.) Vittadini; foto di Alessandro Francolini

 

 

 


 

 

Anello striato nella faccia superiore in  Stropharia coronilla  (Bull.) Quélet; foto di Franco Sotgiu

 

  

 

 


 

 

Cappello striato-costolato in  Entoloma caesiocinctum  (Kühner) Noordel.; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 


 

 

Gambo striato in  Entoloma hirtipes  (Schum. : Fr.) Moser; foto di Massimo Biraghi

 

 

 

 


 

Orlo striato-pettinato in  Amanita fulva  (Sch. : Fr.) Fr.; foto di Antonio Lupo

 

 

 

 


Orlo finemente striato in  Amanita crocea  (Quél.) Melzer; foto di Giovanni Baruffa

 

 

 

 


 

Gambo striato in  Hygrocybe persistens  (Britzelmayr) Singer; foto di Mauro Cittadini

 

 

 

 

 

 

 

Sacco endoperidiopeduncolo e apofisi dal profilo arrotondato e striata radialmente; in  Geastrum pectinatum   Pers. : Pers.; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 

 

 

 

 


Orlo striato in  Amanita mairei  Foley; foto di Franco Sotgiu


 

 

 

 


 

Orlo striato in  Mycena galericulata  (Scop.) Gray; foto di Massimo Mantovani

 

 

 

 


 

Anello striato esternamente in  Amanita rubescens  (Pers. : Fr) S. F. Gray; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

 

Striature all’interno della coppetta in  Cyathus striatus  (Huds. : Pers.) Willdenow; foto di Gianni Bonini

 

 

 

 


 

Gambo striato-fibrillato in  Pseudoclitocybe cyathiformis  (Bull. : Fr.) Singer; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 


 

Orlo striato in  Entoloma incanum  (Fr.) Hesler; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 


 

 

Gambo striato in  Hygrocybe acutoconica  (F. Clements) Singer; foto di Pietro Curti

 

 

 

 


 

Orlo striato in  Amanita eliae  Quél.; foto di Massimo Mantovani

 

 

 


 

 

Orlo striato in  Bolbitius vitellinus  (Pers.) Fr.; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 

 


 

Orlo brevemente striato negli esemplari adulti di   Galerina marginata   (Batsch) Kühner; foto di Massimo Biraghi

 

 

 

 


 

Orlo striato in  Amanita cæsarea; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 

 


 

Orlo striato-pettinato in  Amanita vaginata; foto di Maria Ligure

 

 

 


 

 

Cappello striato-pettinato in  Leucocoprinus flos-sulphuris  (Schnizl.) Cejp; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 

 


 

 

Primo piano dell'anello con la caratteristica striatura sul bordo esterno in  Amanita rubescens; foto di Alessandro Francolini

 

 

 


 

 

 

 

Area-peristoma netta e striata in   Geastrum schmidelii   Vittadini; foto di Massimo Biraghi


 

 

 

 

 


 

Primo piano dell’area-peristoma striata in  Geastrum schmidelii; foto di Massimo Biraghi


 

 

 

 

 

 

 

Orlo striato in  Amanita caesarea; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

 

Orlo striato in  Amanita vaginata; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 

 

 

 

 

Gambo striato in  Hygrocybe persistens; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 

 

 

 

 

 

Striature sull’orlo di  Leucopaxillus gentianeus  (Quél.) Kotl.; foto di Federico Calledda

 

 

 

 

 

 

 

Striature all’interno della coppetta in  Cyathus striatus; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

 

Orlo fortemente striato in  Coprinus disseminatus  (Pers.) Gray; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

 

Termine Enciclopedia Illustrata curato e redatto per AMINT da Alessandro Francolini.