Cerchi delle streghe: caratteristica disposizione a cerchio di alcuni sporofori, dovuta ad un particolare sviluppo del micelio

Cerchi delle streghe: sono così chiamate quelle particolari disposizioni più o meno circolari in cui è possibile reperire alcuni sporofori dalla crescita gregaria.

 

 

Nei prati il cerchio delle streghe è rappresentato non solo dagli sporofori ma soprattutto dal disegno circolare che l’erba sovrastante il micelio viene a formare. Tale erba è infatti di un colore più vivido rispetto all’erba vicina, in quanto più rigogliosa e vigorosa.

 

 

La singolare figura geometrica è dovuta al modo di vegetare del micelio di alcune specie: partendo da un piccolo nucleo, il micelio si allarga sempre più ad ogni successiva fruttificazione; in tal modo si forma un cerchio dentro al quale il micelio vecchio si decompone e rende il terreno non adatto per un suo sviluppo ulteriore, mentre al limite del cerchio il micelio continua a riprodursi.

 

 

Nei prati in particolare, alcuni cerchi delle streghe possono raggiungere un diametro di qualche decina di metri e possono essere ben visibili dall’alto anche per il colore dell’erba che si presenta di un verde più scuro e brillante lungo la circonferenza del cerchio.

 

 

 

 

Consultare anche (all'interno del FORUM A.M.I.N.T.) le varie pagine dedicate all'argomento "Cerchi delle streghe".

 

 

 

 ********************

 

 

 

Ampio "Cerchio delle streghe" dovuto alla fruttificazione di un nutrito gruppo di   

Infundibulicybe geotropa   (Bull. : Fr.) Harmaja  =  Clitocybe geotropa   (Pers. : Fr.) Kummer; foto di Rudi Covino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un piccolo "Cerchio delle streghe" di  Cystoderma amianthinum   (Scop.) Fayod; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchio delle streghe in   Geastrum quadrifidum  Pers.: Pers.; foto di Pietro Curti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchio delle streghe di   Geastrum fimbriatum  Fries; foto di Pietro Curti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchio delle streghe di  Cudonia circinans  (Persoon ex Fries) Fries; foto di Franco Sotgiu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchi delle streghe di  Amanita vittadini  (Moretti) Vittadini; foto di Emilio Pini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ampio cerchio delle streghe di  Amanita vittadini; foto di Emilio Pini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchio delle streghe per  Lepista densifolia  (G. Favre) Singer & Clémençon; foto di Emilio Pini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Parte di un cerchio delle streghe di  Lepista inversa  (Scop. : Fr.) Patouillard; foto di Michelangelo Nitti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchio delle streghe di  Suillus grevillei  (Klotzsch : Fr.) Singer; foto di Gianni Pilato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Due cerchi delle streghe che si intrecciano formando un “otto delle streghe”; visibili sul lato destro del prato più basso. L'erba più verde denunciava la presenza di micelio sottostante; in questo caso si trattava di  Agaricus  sp.; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Cerchio delle streghe dovuto alla presenza di   Marasmius oreades (Bolt. : Fr.) Fr.; foto di Giuseppe Vanoli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchio delle streghe (una sua parte) di  Tricholoma vaccinum  (Schaeff. : Fr.) Kummer; foto di Pietro Curti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piccolo cerchio delle streghe formato da due specie:  Hypocrea alutacea  (Pers.) Ces. De Not   e   

Cudonia circinans  (Pers. : Fr.) Fr.; foto di Mario Iannotti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchio delle streghe di   Amanita lividopallescens   (Gillet) Bigeard & H. Guill. Foto di Pietro Curti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altro cerchio delle streghe di   Amanita lividopallescens; foto di Pietro Curti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchio delle streghe di   Amanita vittadini; foto di Mauro Cittadini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerchio delle streghe di   Ramaria sp.  presso Abete bianco; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

 

Termine Enciclopedia Illustrata curato e redatto per AMINT da Alessandro Francolini.