Cespitoso (Pag. 1): che forma un cespo, un mazzo, tramite collegamento alla base

Dal latino caèspes, caèspitis = ceppo, gambo comune a molte diramazioni, cespo.

 

 

 

Cespitoso: che forma un cespo.


 

In Micologia è termine che si riferisce a quegli sporofori che crescono con le basi dei gambi attaccate tra loro per breve tratto. Ognuno degli esemplari mantiene cioè la propria individualità ma la base del suo gambo è attaccata alle basi dei gambi degli esemplari vicini.

 


Se, oltre ad essere uniti per la base, i gambi rimangono per un tratto più o meno lungo, appressati tra loro si parla anche di esemplari fascicolati. La discriminante tra le due definizioni non è sempre evidente e spesso l’utilizzo di un termine anziché l’altro è lasciato a discrezione dell’osservatore.


 

Vedere anche la voce fascicolato.

 

 

 

Se il numero degli esemplari che si aggegano assieme è esiguo (solitamente non più di 4 o 5) si può anche parlare di crescita subcespitosa.

 

 


 

Per ulteriori immagini vedere alla successiva Pag. 2.


 

 ******************


 

 

 

Crescita cespitosa per  Volvariella bombycina   Pers. ex Fr.; foto di Federico Calledda

 

 

 

 

 

 


 

Crescita cespitosa di  Mycena renati  Quél.; foto di Alessandro Remorini


 

 

 


 

Esemplari cespitosi in  Kuehneromyces mutabilis  (Schaeff.) Singer & A.H. Sm.; foto di Emilio Pini

 

 

 

Primordi cespitosi in  Leucocoprinus flos-sulphuris  (Schnizl.) Cejp; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 

 

 Crescita cespitosa-fascicolata di  Psathyrella multipedata  (Peck) A.H. Sm.; foto di Federico Calledda


 

 

 


Esemplari subcespitosi di  Cantharellus friesii  Welw. & Curr.; foto di Pietro Curti

 

 


 

Esemplari quasi sempre cespitosi in  Collybia fusipes  (Bull. : Fr.) Quélet; foto di Felice Di Palma

 

 

 

Esemplari subcespitosi in  Omphalotus olearius  (De Cand. : Fr.) Fayod; foto di Giovanni Baruffa

 

 

 

Crescita subcespitosa in  Omphalotus olearius; foto di Gianni Bonini

 

 

 

Alcuni esemplari cespitosi e altri connati in  Lentinellus cochleatus  (Pers. : Fr.) Karsten; foto di Pietro Curti


 


 

 

 

Esemplari cespitosi in  Pleurotus ostreatus  (Jacquin : Fr.) Kummer; foto di Gianni Bonini

 

 

 

Crescita subcespitosa in  Agrocybe aegerita  (V. Brig.) Fayod; foto di Pietro Curti

 

 

 

Crescita cespitosa in  Armillaria mellea  (Vahl : Fr.) Kumm; foto di Alessandro Francolini


 


 

 

 

Esemplari subcespitosi in  Tricholomopsis rutilans  (Scaeff. : Fr.) Singer; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

Crescita cespitosa in  Marasmius wynnei  Berkeley & Broome; foto di Pietro Curti


 

 

 

 

Un bel "cespo" di cinque  Boletus edulis  Bull. : Fr. di dimensioni medie e collegati tra loro alla base; "porcini" subcespitosi; foto di Felice Di Palma

 

 


 

Un bel cespo di cinque  Boletus edulis  di dimensioni medie e collegati tra loro alla base. "Porcini" subcespitosi; foto di Felice Di Palma

 

 

 

 

Esemplari subcespitosi: Collybia fusipes; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

Esemplari cespitosi di  Coprinus disseminatus  (Pers.) Gray; foto di Federico Calledda

 

 

 

 

Esemplari subcespitosi di  Boletus aestivalis  (Paulet) Fries; foto di Massimo Biraghi

 

 

 

 

Esemplari subcespitosi di  Lepiota aspera  (Pers. : Fr.) Quél.; foto di Pietro Curti

  

 

 

Crescita cespitosa per  Psathyrella piluliformis  (Bull.) P.D. Orton; foto di Tomaso Lezzi 

 

 

 

 

Crescita cespitosa in  Mycena renati; foto di Luigi Minciarelli

 

 

 

 

Crescita cespitosa-fascicolata, anche pluricormica, di  Lyophyllum decastes  (Fr. : Fr.) Singer; foto di Tomaso Lezzi


 

 

 

 

 

 

Crescita cespitosa per i primordi di  Gymnopilus spectabilis  (Wein. : Fr.) A.H. Smith; foto di Massimo Biraghi

 

 

 


 

 

Termine Enciclopedia Illustrata curato e redatto per AMINT da Alessandro Francolini.