Criofilo: dicesi di organismo che predilige temperature relativamente basse o rigide

Dal greco krýos = freddo, gelo; dal greco filòs = amante, amico. Quindi, alla lettera: amante del freddo.

 

Genericamente si dice criofilo quell'organismo che predilige vivere in ambiente con temperature fredde o rigide.

 

**********************

 

In ambito micologico e relativamente alla temperatura come  fattore abiotico  che può influenzare la nascita e lo sviluppo di una specie fungina, si definiscono criofili quei funghi che prediligono ambienti con temperature da moderatamente fredde a più o meno rigide (grosso modo dai -5°C ai + 10°C / +15°C).

 

 

*************************

 

 

Confrontare anche con le voci: idrofilo, igrofilo, mesofilo, termofilo, xerofilo.

 

Qui di seguito una serie di foto di funghi che, a grandi linee possono classificarsi come criofili. Tuttavia l'appartenenza ad una delle categorie sopra menzionate non va considerata in modo né rigido né assoluto, esistendo numerosissimi casi intermedi e, soprattutto, sovrapponibili. Occorre inoltre considerare la adattabilità più o meno accentuata che molte specie dimostrano riguardo ai repentini cambiamente climatici e atmosferici.

 

 

 

 

Tra i funghi criofili per antonomasia:  Flammulina velutipes  (Curt. : Fr.) Karsten  che predilige fruttificare su ceppaie in decomposizione, prevalentemente di latifoglie, durante i periodi più freddi dell'anno. Potendo resistere anche a temperature sotto lo "zero" senza subire alterazioni di rilievo. Foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

Altra specie prettamente criofila è l'invernale  Pleurotus ostreatus  (Jacquin : Fr.) Kummer; la sua predilezione a fruttificare nei periodi più freddi dell'anno è riscontrabile anche in uno dei suoi nomi popolari più impiegati: "gelone";  foto di Gianni Bonini

 

 

 

 

 

Specie ubiquitaria; criofila ma anche mesofila a seconda dell'habitat di crescita (in relazione sia alla vegetazione presente che all'altitudine):

 Amanita muscaria  (L. : Fr.) Lam.; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

Specie criofila:  Lactarius scrobiculatus  (Scop. : Fr.) Fr.; foto di Alesandro Francolini

 

 

 

 

 

 

Specie igrofila e criofila, presso boschi montani umidi e muschiosi; con presenza di Peccio:

 Lactarius picinus  Fr.; foto di Massimo Mantovani

 

 

 

 

 

 

Specie criofila:  Amanita spadicea  Pers.; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

Specie criofila:  Lactarius lignyotus  Fr.; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

Criofila e igrofila, presso boschi montani di conifere, ricchi di muschio o sfagno:  

Russula emetica  (Schaeff. : Fr.) Pers.; foto di Mario Iannotti

 

 

 

 

 

 

Specie criofila e igrofila:  Amanita umbrinolutea  (Gillet) Bataille; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

Specie criofila e igrofila, presente soprattutto in boschi montani molto umidi, sotto Abete ma anche sotto Pino, Betulla e Faggio:  

Amanita virosa  (Lamarck) Bertillon; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

Specie criofila e igrofila:  Lactarius deterrimus  Groger; foto di Gianluigi Boerio

 

 

 

 

 

 

 

 

Termine Enciclopedia Illustrata curato e redatto per AMINT da Alessandro Francolini.