Connato: nato assieme. Di solito in riferimento alla base del gambo fusa assieme ad altre basi

Connato: dalla preposizione latina cum = con, assieme; e dal latino nàtus = nato. Nati assieme.

 

Propriamente è termine utilizzato in Micologia per indicare quegli sporofori i cui gambi sono fusi assieme alla base (e non solo attaccati, come nel caso dei gambi cespitosi o fascicolati): in tal modo risulterà un gambo unico alla base da cui si dirameranno in alto due o più gambi portanti altrettanti imenofori. Vedere anche alla voce bifido o alla voce conglobato. Connati, di conseguenza, vengono detti i gambi fusi assieme.

 

L’essere connato può rappresentare una caratteristica propria della specie (come, per esempio, in Lyophyllum connatum) oppure essere un carattere teratologico (come può accadere, per esempio, nelle Boletacee).

 

Il termine può utilizzarsi (impropriamente) anche a proposito dei cappelli quando questi sono confluenti o concresciuti.

 

 *****************

 

 

 

Gambi con basi connate in  Boletus edulis  Bull. : Fr.; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

 

Esemplari connati di  Xerocomus roseoalbidus  Alessio & Littini; foto di Franco Sotgiu

 

 

 

 

Esemplari connati di  Lyophyllum connatum  (Schum. : Fr.) Singer; foto di Massimo Biraghi

 

 

 

 

Panellus stipticus  (Bull. : Fr.) P. Karsten: esemplari con gambi connati o concresciuti. Foto di Tomaso Lezzi

 

 

 

Esemplari connati di  Boletus aestivalis  (Paulet) Fr.; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

Alcuni esemplari cespitosi e altri connati in  Lentinellus cochleatus  (Pers. : Fr.) Karsten; foto di Pietro Curti

 

 

 

 

 

Gambi connati e cappelli confluenti-concresciuti (forma teratologica non rara tra le Boletacee) in  Boletus aereus  Bull. : Fr.; foto di Tomaso Lezzi

 

 

 

 

 

Esemplari connati di  Boletus aestivalis; foto di Alessandro Francolini

 

 

  

 

Gambi connati in  Boletus edulis; foto di Roberto Cagnoli


 

 

 

Gambi connati in  Suillus bovinus  (L. : Fr.) Roussel; foto di Marco Barbanera

 

 

 

Giovani esemplari connati di  Boletus edulis; foto di Pietro Curti

 

 

 

 

Gambi connati in  Ganoderma lucidum  (Leyss. : Fr.) P. Karst.; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

Gambi connati e cappelli confluenti in  Boletus aereus; foto di Gianni Bonini

 

 

 

 

Esemplari connati di  Albatrellus ovinus  (Schaeff. ex Fr.) Kotl. & Pouzar; foto di Pietro Curti

 

 

 

 

Esemplari connati di  Lyophyllum decastes  (Fr. : Fr.) Sing.; foto di Federico Calledda

 

 


 

 

Gambo connati in  Boletus edulis; foto di Roberto Cagnoli


 

 

 

 

 

Esemplari connati di  Hygrophorus marzuolus  (Fr.) Bresadola; foto di Luigi Minciarelli

 

 

 

 

Una serie di esemplari connati di  Calocybe gambosa  (Fr. : Fr.) Donk; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

Esemplari totalmente connati di  Boletus aereus; in tal caso la definizione più appropriata è "esemplari concresciuti"; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

Tre esemplari connati di  Boletus aereus; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

 

Forma teratologica, con gambi connati e cappelli confluenti in  Boletus edulis; foto di Rodolfo Covino

 


 

 

 

Gambi connati in  Lactarius zonarius var. scrobipes  (Kühner & Romagn.) Bon; foto di Rodolfo Covino

 

 

 

 

Crescita teratologica in  Lactarius chrysorrheus  Fr., con un piccolo gambo connato al gambo più grande. Foto di Pietro Curti

 

 

 

 

 

 

Gambi connati nella coppia di giovani  Tricholoma portentosum  (Fr. : Fr.) Quél.; foto di Federico Calledda

 

 

 

Gambi connati in  Lentinus tigrinus  (Bull. : Fr.) Fr.; foto di Luigi Franchini

 

 

 

 

 

 

Gambi connati ("subcespitosi" nelle imitazioni) in   Boletus aereus; foto di Alessandro Francolini

 

 

 

 

Termine Enciclopedia Illustrata curato e redatto per AMINT da Alessandro Francolini.