Spora (spore): cellula destinata alla riproduzione del fungo

Spora: dal greco sporá = seme, origine

 

Si tratta della cellula, fondamentele in Micologia, destinata alla riproduzione dei Funghi (o dei Licheni). In essa sono presenti tutti gli elementi indispensabili alla riproduzione e allo sviluppo successivo dell'organismo fungino. 

 

L'osservazione al microscopio delle spore è solitamente molto rilevante ai fini tassonomici e determinativi della specie fungina in esame. 

 

La variabilità sia morfologica che cromatica o riguardante le ornamentazioni delle varie spore relative alla miriade di specie fungine è sorprendente.

 

*************

 

Solo per fare alcuni esempi: a seconda della specie fungina in esame, le spore possono variare di dimensioni da pochi fino a oltre 200 micron; possono essere munite di setti divisori oppure no; essere di forma sferica, ellissoidale, a mandorla (o amigdaliformi), stellate, poligonali, allantoidi (a forma, cioè, di salsiccia), a forma di falce, a forma di ago, citriformi, mitriformi, subcitriformi, ovoidali, arachidiformi, cruciformi, ellittiche, eterodiametriche, isodiametriche, largamente ellissoidali, globose, subglobose, oblunghe, cilindriche, bacilliformi, larmiformi, lenticolari, pruniformi, a seme di mela, speronate, troncate, faseoliformi, reniformi, subfaseoliformi, subreniformi, subamigdaliformi, caliptrate, subovoidali, ecc.; avere o meno ornamentazioni evidenti sulla loro superficie; colorate o meno; ecc.

 

Vedere anche alla voce "Q" (= valor medio dei rapporti tra la llunghezza e la larghezza misurate su un sufficiente numero di spore).

 

Vedere anche alla voci Sporata  e  Sporotaxa.

 

***************

 

Al microscopio le spore possono apparire colorate oppure no, ialine; a seconda del reagente impiegato in microscopia, le spore possono apparire: amiloidi, inamiloidi, destrinoidi o pseudoamiloidi, cianofile, acianofile, ecc.

 

 

*******************

 

Per quanto riguarda il processo riproduttivo dell'organismo fungino, le spore sono classificabili in:

 

# spore sessuali o gamiche (basidiospore, ascospore, zigospore, ecc.); per lo più tipiche dei Macromiceti.

 

# spore asessuali o agamiche (artrospore, azigospore, clamidospore, conidiospore, zoospore, ecc.); per lo più in riferimento ai Micromiceti in molti dei quali, infatti, la riproduzione avviene tramite processi partenogenetici, senza cioè una attiva partecipazione sesuale (ad esempio la riproduzione per gemmazione).

 

 

**************************

 

La membrana esterna (derma) che protegge la spora può essere, a seconda dei casi, suddivisa in più strati. Nel caso di una pluristratificazione si possono distinguere, a partire dall'esterno, le seguenti membrane: ectosporica o ectosporio, perisporica o perisporio, exosporica o exosporio, episporica o episporio, endosporica o endosporio; vedere una schematizzazione più sotto.

 

 

*************************************

 

 

 

Esempi di alcune delle ornamentazioni presenti sulla superficie delle spore. Disegni di Gianni Pilato

 

 

 

************************

 

 

Basidiospora schematizzata; da un disegno di Gianni Pilato

 

 

 

 

 

 

Termine Enciclopedia Illustrata curato e redatto per AMINT da Alessandro Francolini.